Ecco come funziona il mercato forex

Il termine forex è una abbreviazione della sigla Foreign Exchange Market, si tratta del mercato internazionale valutario sul quale è possibile scambiare monete e guadagnare in base alla rivalutazione o svalutazione di una moneta rispetto ad un’altra.

Per avere guadagni è però necessario stare lontani dalle truffe scegliendo operatori seri ed affidabili, FXGM ci fa capire quanto i broker seri non promettono facili guadagni e soprattutto di elevato tenore, insomma pensare di iniziare a fare forex e comprare una Ferrari è alquanto improbabile.

Caratteristiche

Tratti salienti del forex

Il forex è il mercato sul quale si scambiano valute, non ha una sede fisica ed è possibile fare investimenti 24 ore su 24 per 5 giorni la settimana, di conseguenza si opera anche di notte.

Nell’arco di una sola giornata è possibile aprire e chiudere posizioni numerose volte, ciò permette di aumentare i guadagni e allo stesso tempo ridurre i rischi di perdite.

Un concetto importante nel forex è quello di leva, si tratta di un meccanismo creato per permettere anche a chi ha poche sostanze di avere un buon ritorno economico. Nel rapporto di leva i guadagni, ma anche le perdite, non sono calcolati su quanto realmente investito, ma su l’investimento moltiplicato per la leva finanziaria. Se il broker propone un rapporto di leva 1:100 investendo un euro è come se ne fossero stati investiti 100 e quindi guadagni e perdite saranno calcolati su 100.

Se da una parte questo meccanismo permette di avere dei ricavi anche investendo 5 euro, dall’altro aumenta il rischio in caso di perdite. E’ bene anche considerare il concetto di margine, cioè depositando, ad esempio 100, non potranno essere investiti tutti perché una quota, dipendente dalla quota di investimento, sarà trattenuta a copertura di perdite.

borsa-forex

Le valute sulle quali è possibile investire nel forex sono molte, spesso gli investitori preferiscono puntare sulla coppia euro/dollaro perché si tratta di due mercati abbastanza conosciuti e in cui circolano più notizie sugli andamenti e sulla situazione economica e politica, solitamente però nelle monete più scambiate la differenza di prezzo tra il momento dell’acquisto, o apertura della posizione, e il momento della vendita, o chiusura della posizione, è minimo e quindi anche i guadagni diminuiscono. Oltre al valore della valuta nel forex occorre considerare anche il pip, cioè l’ammontare della differenza di prezzo tra acquisto e vendita, se ad esempio il valore di scambio tra euro e dollaro dovesse variare da 1,050 e 1,100, i pips sarebbero 50.

Sicurezza nel mercato forex

Concorrenza perfetta e segnali di trading

Dal punto di vista pratico fare forex espone meno della Borsa al rischio di frode perché su questo mercato operano banche centrali, banche commerciali, società e una folta schiera di traders privati, essendo un mercato globale sul quale ogni giorno vengono scambiate quantità elevate di monete, nessun singolo investitore da solo può influenzare l’andamento del valore e, di conseguenza, si più ritenere un mercato vicino alla concorrenza perfetta in cui solo domanda ed offerta determinano il valore.

Nella maggior parte dei casi chi fa trading usa le opzioni binarie cioè uno strumento derivato, quindi al trader vengono fornite due possibili scelte e vi è il 50% di opportunità di avere un guadagno e il 50% di probabilità di avere perdite. La possibilità di guadagno aumenta affiancando al forex alcune strategie in grado di aiutare nella scelta, ad esempio utilizzando i segnali di trading.

Add Comment