GVM di Ettore Sansavini: network sanitario di eccellenza

GVM Care & Research rappresenta una realtà italiana di primo piano nel mondo della sanità. È un network di strutture sanitarie che può vantare una diffusione capillare sul territorio nazionale, con sedi dislocate in otto diverse regioni e con strutture di primo piano, quali Ospedali di Alta Specialità, Polispecialistici e Day Surgery.

GVM-Care&Research

Si tratta dunque di un network di servizi sanitari di eccellenza, riconosciuto anche da parte del Servizio Sanitario Nazionale.

Tutta l’attività di GVM Care & Research si svolge sulla base di una linea ben precisa, che vede il paziente al centro: i medici, altamente specializzati, seguono la persona in tutto il suo percorso, con l’attenzione rivolta alla dignità del malato, che viene accompagnato passo passo in tutto l’iter di diagnosi e cura.

A questo si aggiunge l’impegno rivolto ad assicurare il massimo grado di integrazione tra innovazione e tecnologia, con lo studio di tecniche diagnostiche e chirurgiche sempre meno invasive e l’utilizzo di strumenti all’avanguardia.

Storia del Gruppo

La Storia di GVM Care & Research parte dal 1973: e più precisamente il 21 ottobre, giorno dell’inaugurazione della Casa di Cura di Cotignola, Villa Maria, una struttura di 180 posti letto, alla cui direzione viene chiamato sin da subito Ettore Sansavini. Proprio sotto la sua spinta, la clinica si orienta verso l’Alta Specialità, soprattutto nei settori di Cardiologia e Cardiochirurgia. Ben presto si raggiungono ottimi risultati, anche grazie al coinvolgimento di medici di fama internazionale, provenienti dall’estero come l’americano King, gli svizzeri Senning e Turina, i francesi Carpentier, Neveaux e Lessana, o ancora gli inglesi Yacoub e Wright. Una menzione a parte va fatta per lo svedese Byork, che ha inventato l’omonima valvola cardiaca.

Oltre a puntare sulla professionalità dello staff, il Presidente Ettore Sansavini investe molto anche in termini di ricerca ed innovazione: lo scopo principale è quello di riuscire a differenziarsi, ed offrire servizi che non vadano a duplicare quanto già presente sul territorio. E nel corso degli anni, la linea adottata si rivela vincente: il Presidente pian piano riesce così ad ampliare il Gruppo, attraverso nuove acquisizioni di strutture, in particolar modo a partire dal 1988.

Si inizia con Villa Maria Beatrice di Firenze, per passare all’ospedale poli-specialistico Villa Maria Pia di Torino: il lavoro continua a basarsi sulla ristrutturazione delle sedi ospedaliere e sulla ricerca dell’innovazione tecnologica, con un occhio sempre rivolto alla possibilità di operare ad integrazione dell’attività pubblica. Successivamente entreranno a far parte del Gruppo anche il Primus Forlì Medical Center e Villa Maria Eleonora di Palermo, struttura ospedaliera di Alta Specialità accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale.

Più tardi si aggiungeranno anche Villa Azzurra di Rapallo, Salus Hospital di Reggio Emilia, Ravenna Medical Center, Clinica Privata Villalba di Bologna, San Piero Damiano Hospital di Faenza e Città di Lecce Hospital.

Nel frattempo continua l’incessante attività finanziaria e di investimenti da parte del Presidente Sansavini, che dal 1992 detiene la maggioranza assoluta di Villa Maria.

La sua attenzione si rivolge anche al settore della produzione di dispositivi medici: decide infatti di acquisire l’80% delle quote della società Eurosets, azienda esperta nella realizzazione di strumenti medico-chirurgici, che grazie alle scelte dell’imprenditore romagnolo, riesce in pochi anni a trasformarsi in società leader nella produzione di respiratori artificiali (ossigenatori).

Continuano dunque le acquisizioni del gruppo: entra l’Anthea Hospital di Bari, cui si aggiungono Casa Bianca Hospital di Cassano Murge e Medicol – Villa Lucia Hospital di Conversano.

Una novità si ha nel 2003 con l’acquisizione delle Terme di Castrocaro.

A partire dal 2007 il Gruppo riesce ad estendere la sua presenza anche all’estero, coinvolgendo Paesi quali la Francia, l’Albania e la Polonia.

Parallelamente continua lo sviluppo in territorio nazionale, con l’acquisizione anche in Lombardia dello storico G.B. Mangioni Hospital di Lecco e l’avvio di Emo GVM – Centro Cuore Columbus di Milano. Anche al Centro Sud continua l’espansione del Gruppo, con Santa Rita Hospital di Montecatini Terme, Pergolino Hospital ed Maria Teresa Hospital di Firenze e D’Amore Hospital di Taranto.

Alla fine del 2010 il Gruppo Villa Maria viene rinominato GVM Care & Research, a conferma della sua impronta internazionale. Continuano negli anni sempre nuove acquisizioni: l’ospedale privato ICC – Istituto Clinico Cardiologico di Roma, Villa Torri Hospital di Bologna, e Cosentino Hospital di Palermo. Ultima ad inserirsi nel Gruppo è la Clinica Santa Caterina da Siena di Torino.

Benessere Termale con le Terme di Castrocaro.

terme-di-castrocaroA partire dal 2003 il Gruppo GVM Care & Research ha ampliato la propria gamma di servizi attraverso il settore del benessere termale, andando ad acquisire le Terme di Castrocaro, con annesso Grand Hotel e centro benessere.

Si tratta di un’acquisizione di grande rilevanza per il Gruppo, in quanto offre ai suoi pazienti la possibilità di usufruire dei benefici di un esclusivo comparto, dove tra raffinatezza ed eleganza, si ha la piena valorizzazione delle cure termali.

Non a caso, il benessere assicurato dalle antiche acque termali di Castrocaro è noto sin dal 1838, quando hanno avuto inizio le cure e la prevenzione attraverso tali acque salsobromoiodiche e sulfuree, ed attraverso i fanghi a maturazione naturale.

Per Ettore Sansavini le Terme di Castrocaro rappresentano dunque un grande patrimonio di tradizione ed esperienza, che unito alla innovazione tecnologica, ed alla grande professionalità degli operatori medici, rappresenta una vera eccellenza.

Add Comment